Psicologa, Psicoanalista, Prof.ssa di Filosofia e Scienze Umane | Salerno (SA)

Vi siete mai chiesti perché sognate? Qualcuno si è mai interessato ai vostri sogni? Perché è importante sognare?

  • Home
  • Articoli
  • Vi siete mai chiesti perché sognate? Qualcuno si è mai interessato ai vostri sogni? Perché è importante sognare?

Vi siete mai chiesti perché sognate? Qualcuno si è mai interessato ai vostri sogni? Perché è importante sognare?

La psicoanalisi

Queste domande apparentemente banali rappresentano l'incipit della richiesta di aiuto che spesso si articola sul racconto di un'esperienza di vita che genera frustrazione.

L'interpretazione dei sogni nella pratica clinica rappresentata la parte del metodo psicoanalitico certamente più affascinante e nello stesso tempo altamente efficace per conoscere e comprendere le "cause del disturbo". Con questa espressione, apparentemente generica, voglio intendere l'evento traumatico che, associato ad un'emozione negativa, e quindi difficilmente sopportabile, per l'immaturita' psichica dell'Io, ha dovuto essere rimosso e spostato nel grande calderone dell'inconscio. Ma esso continua inesorabilmente a spingere, come la valvola di una pentola a pressione in virtù della forza delle proprie pulsioni le quali si intrecciano ai contenuti psichici dando vita a forme di manifestazioni più accettabili, come i sogni e i sintomi. Infatti questi rappresentano una situazione di compromesso fra le istanze inconsce e la realtà, garantendo al soggetto la possibilità di barcamenarsi alla meno peggio nel tentativo estremo di mantenere un equilibrio più o meno stabile, sospinto com'è da forze contrastanti e sempre attive. 

Il lavoro terapeutico, attraverso una lunga serie di associazioni, sollecitate nel corso delle sedute, consente l'attivarsi dei sogni. Anche chi non sogna mai si sorprende dei propri sogni, dei loro contenuti che assumono la forma di un racconto il cui significato è noto solo al terapeuta, il quale, in virtù del proprio percorso psicoanalitico, può connettersi con l'inconscio del paziente e guidarlo fino al momento in cui il paziente si libera, tramite l'abreazione, dell'emozione traumatica che ha causato la nevrosi. 

Da questo momento in poi l'inconscio sarà libero e pulito e produrrà sogni di guarigione tesi a rassicurare il paziente circa la bontà del risultato. Le istanze psichiche (es, io e super io) ritrovano così un nuovo assetto, più equilibrato e maturo e il sintomo scompare.

Solo a questo punto il terapeuta può rivelare il significato dei sogni, perché, farlo prima, significherebbe compromettere il buon esito della terapia attraverso la costruzione di ulteriori difese da parte del paziente.
Il compito essenziale del terapeuta, infatti, è quello di favorire il transfert del paziente e saper gestire il suo controtransfert, meccanismi psicologici che ognuno di noi sperimenta, a livello inconscio nella fase edipica quando si vive  un amore totalitario per il genitore del sesso opposto. Il lavoro psicoanalitico non è per tutti. Infatti il sintomo rappresenta l'ultima spiaggia di un percorso che va fatto a ritroso con l'intento di rimuoverne la causa. Il lavoro di scavo richiede pazienza e sofferenza, ma trova il supporto di chi già è reduce della stessa esperienza e la rivive, a livello umano, attraverso le storie dei pazienti.

 


Dott.ssa Antonella Buonerba

Docente di Teoria e Tecniche della Comunicazione e Relazione

Articoli

TERAPIA INDIVIDUALE

DISTURBI DELL’UMORE

DISTURBI DI PERSONALITÀ

DISTURBI D’ANSIA

ELABORAZIONE DEL LUTTO

ADOLESCENZA E SCUOLA

TERAPIA DI COPPIA

LA FELICITÀ

Dott.ssa Antonella Buonerba Psicologa, Psicoanalista, Prof.ssa di Filosofia e Scienze Umane
Salerno (SA) - Potenza - Napoli

declino responsabilità | privacy | cookies policy | codice deontologico

Iscritta all’Ordine degli psicologi della Campania n. 2635/A dal 25 maggio 2006
Laurea in Psicologia (indirizzo Psicologia clinica e di comunità)

 

AVVISO: Le informazioni contenute in questo sito non vanno utilizzate come strumento di autodiagnosi o di automedicazione. I consigli forniti via web o email vanno intesi come meri suggerimenti di comportamento. La visita psicologica tradizionale rappresenta il solo strumento diagnostico per un efficace trattamento terapeutico.

©2016 Tutti i testi presenti su questo sito sono di proprietà della Dott.ssa Antonella Buonerba
© 2016. «powered by Psicologi Italia». E' severamente vietata la riproduzione, anche parziale, delle pagine e dei contenuti di questo sito.

www.psicologi-italia.it