Psicologa, Prof.ssa di Filosofia e Scienze Umane | Salerno (SA)

La sincronicità come esperienza di felicità

  • Home
  • Articoli
  • La sincronicità come esperienza di felicità

La sincronicità come esperienza di felicità

La sincronicità come esperienza di felicità

Carl Gustav Jung, psichiatra, psicoanalista e psicologo svizzero, allievo di Sigmund Freud, discostandosi da alcune teorie del suo maestro, ha ampliato la ricerca analitica dalla storia del singolo alla storia della collettività umana.

L'uomo realizza se stesso attraverso il confronto dell'inconscio personale e collettivo.

Sia Freud che Jung, con le teorie psicoanalitiche, hanno messo in crisi la concezione deterministica della salute fisica e psichica, e in particolare Jung si è chiesto in che modo i fenomeni consci ed inconsci possono determinare il vissuto del soggetto. Lo studioso svizzero noto anche per i suoi interessi per i fenomeni paranormali ed extrasensoriali, ha elaborato il concetto di sincronicità nell'opera pubblicata nel 1952 "La sincronicità come principio di nessi acausali".

Tale concetto è definibile come "coincidenza significativa" in quanto al di là di una semplice sequenza accidentale di eventi, questi devono suscitare una risonanza emotiva in un soggetto che già si trova in una posizione di cambiamento. L'esperienza sincronistica deve essere anche acasuale cioè ispirarsi non al principio di causa-effetto, deve contenere gli aspetti dell'inspiegabilità e deve verificarsi in concomitanza di un atteggiamento di motivazione e di ricerca.

Un incontro particolare, un evento speciale, la risposta ad un nostro dubbio, la risoluzione improvvisa di un problema, possono verificarsi in modo del tutto inatteso ed essere significativi per la nostra vita.

La sincronicità getta un ponte tra il mondo interno e quello esterno, rappresenta un collegamento tra le singole esperienze e vissuti personali con le azioni degli altri. In questa prospettiva anche concetto di tempo lineare perde il suo significato: non è importante il "prima e dopo" ma il qui ed ora dell'evento e chi è coinvolto significativamente.

È questa una particolare esperienza dove ci sentiamo aperti alle nostre sensazioni, il loro fluire si intreccia in nuove geometrie e il pensiero razionale lascia il posto alla creatività; ci sentiamo invasi da nuova energia psichica, in contatto profondo con noi stessi con l'altro.

Le sensazioni che proviamo sono la forza che muove le nostre azioni legate inesorabilmente a quelle degli altri.

Anche se a volte gli eventi della nostra vita sono difficili o spiacevoli, con un atteggiamento disponibile e aperto, possiamo cercare di costruire relazioni felici che ci sollevano da angosce e debolezze.

Uscire fuori da sé per creare uno spazio tempo in cui non c'è un io e un tu, ma un noi ci fa sentire parte di una totalità in cui sperimentiamo il senso di appartenenza.

La felicità e' dunque una ricerca, un cammino, in cui gli eventi significativi ci mettono in relazione con noi stessi e con gli altri, rappresenta un momento di svolta nella storia della nostra vita, un'opportunità di cambiamento e di crescita.

Dott.ssa Antonella Buonerba
Psicologa, Prof.ssa di Filosofia e Scienze Umane - Salerno (SA)


Dott.ssa Antonella Buonerba Psicologa, Prof.ssa di Filosofia e Scienze Umane
Salerno (SA)

declino responsabilità | privacy e cookies | codice deontologico

Iscritta all’Ordine degli psicologi della Campania n. 2635/A dal 25 maggio 2006
Laurea in Psicologia (indirizzo Psicologia clinica e di comunità)

 

AVVISO: Le informazioni contenute in questo sito non vanno utilizzate come strumento di autodiagnosi o di automedicazione. I consigli forniti via web o email vanno intesi come meri suggerimenti di comportamento. La visita psicologica tradizionale rappresenta il solo strumento diagnostico per un efficace trattamento terapeutico.

©2016 Tutti i testi presenti su questo sito sono di proprietà della Dott.ssa Antonella Buonerba
© 2016. «powered by Psicologi Italia». E' severamente vietata la riproduzione, anche parziale, delle pagine e dei contenuti di questo sito.

www.psicologi-italia.it